VOLARE SU LIERNA

Il giornalino della scuola primaria di Lierna

Febbraio 2011 anno 16 n.1

e-mail elemlie@icsbellano.org

 

 

lierna logo giornalino

 

 

 

Home

Prima pagina

IL GIORNO DELLA MEMORIA

Storia di Erica

Il bambino dal pigiama a righe

150° anniversario Unità d'Italia

Video realizzati nella scuola in collaborazione con la Provincia di Lecco

GITE SCOLASTICHE

Teatro perchè?

Spettacolo teatrale sull'Unità d'Italia

Spettacolo di burattini al Parco Regionale Spina Verde

Laboratorio teatrale sugli uomini primitivi

Laboratorio teatrale sulla civiltà egizia

GITE

Parco Regionale Spina Verde (CO)

Filastrocca sull'uscita al Parco Spina Verde

Artavaggio

Orienteering

Roma-La gita

Esperienze in classe

I Biscotti

Colorandia

La storia di Tommaso

Alimentazione

La scuola vista dai bambini

E' meglio essere bambini o adulti?

Campionato giornalismo

Mostra falsi d'autore

Poesia dialettale

Esperienza con il Canada

Poesie e storie

Redazione

 

 

 

 

La storia di Tommaso e la formicaTommaso in cortile

Durante l’anno scolastico abbiamo lavorato alla realizzazione di un film con Ilaria, operatrice del Centro Multimedia della Provincia di Lecco. Il primo passo è stato quello di scegliere l’argomento della nostra storia, questo è successo dopo una lunga e proficua discussione, dalla quale sono emersi tanti spunti che abbiamo sottoposto a Ilaria.
Dopo i consigli di Ilaria, abbiamo immaginato questa storia:

La formica amica di Tommaso

Nella classe di Tommaso non sempre fila tutto liscio.
Suona l’intervallo e i bambini scattano per prendere la merenda.
Tommaso è un po’ lento e sta prendendo i suoi biscotti, quando Giovanni, Jacopo e Aldo che si stavano rincorrendo lo urtano e la merenda cade per terra.
Aldo – Hai le mani di pastafrolla!
Jacopo – Adesso la schiacciamo!
Tutti e tre ridono vedendo la faccia un po’offesa e un po’ arrabbiata di Tommaso, che con uno scatto strappa la merenda a Giovanni e la pesta.
- Cosi’ adesso vediamo chi rimane senza merenda!
Lella che ha osservato tutta la scena commenta.
- Siamo alle solite! Chiamo la maestra!
-
Durante l’uscita per recarsi in mensa, spesso succede che qualcuno grida:
- Smettetela di spingere!
- Non siamo stati noi! E’ Nicolò!
- Io, maestra non ho fatto niente! E’ Rino che spinge!

Mentre si lavora in classe:
- Maestra, Luciana mi copia!
- Maestra non sono capace a fare il conticino, puo’ aiutarmi qualcuno?
- Bambini, chi di voi aiuta Luciana?
Nessuno risponde.
- Teresa, per favore aiuta Luciana, che non riesce a fare le operazioni.

Un giorno, durante l’intervallo, mentre tutti giocano si sente il vociare dei bambini:
- Ce l’hai!
- Prendo io. Sono il lupo.
- Casa! Non puoi prendermi!
Intanto che gli altri giocano, Tommaso se ne sta seduto in disparte e pensa:
- I miei compagni non mi vogliono… Voglio andare via da questa scuola! Vorrei proprio un amico segreto!
Intanto vede una formica e la prende in mano.
- Tu vuoi essere mia amica, senza prendermi in giro?
- Sì, certo che posso essere tua amica!
Tommaso non capisce che la formica gli risponde e continua
- Tanto tu non puoi capirmi! Vivi in un altro mondo!
Suona l’intervallo, Tommaso mette la formichina in tasca e quando arriva a casa.
- Ti metto in questo barattolo, metto su questo velo con i buchini cosi puoi respirare e io non ti perdo di vista!. Ti preparo qualche briciola così puoi sfamarti … e poi ci faremo compagnia…Ma che cos’hai? Ti vedo un po’ triste?
- Io ti vorrei veramente fare compagnia, ma mi manca il mio ambiente, le mie formiche… perché sai io sono una formica regina è ho un ruolo molto importante!
- Oh!...Ma tu mi capisci! Mi dispiace…io non volevo farti del male…ma io speravo tanto che tu potessi diventare mia amica! Ti riporto subito al formicaio!
- Ma io sarò sempre tua amica, solo che io devo fare la regina… e sto meglio nel mio formicaio! Possiamo vedrci quando vuoi…puoi venirmi a trovare!
Il giorno successivo a scuola durante la conversazione libera del mattino.
- Ieri sono andata a fare la spesa con la mamma e sono riuscita a farmi compare le caramelle!
- Io ho guardato tutto il pomeriggio la tele!
- Io con mio fratello siamo andati dai nonni e abbiamo fatto una passeggiata nel bosco!
- Io sono diventato amico di una formica..
Qualcuno comincia a ridacchiare.
- Ma cosa dici Tommaso… le formiche non sono amiche dei bambini!
- Adesso si inventa una storia per sembrare interessante!
All’improvviso… tutti guardano stupiti verso la cattedra.La formica in classe
-Ciao bambini, sono una formica regina, vivo in un formicaio dove c’è tanta armonia. Tutte noi formiche abbiamo delle capacità particolari…anche se sembriamo tutte uguali. Ognuna di noi ha delle caratteristiche ben precise e tutte sono di aiuto a tutte! Se ci pensate un attimo …
I bambini annuiscono. Hanno capito qualcosa di importante.
- Anche noi abbiamo delle qualità diverse uno dall’altro.
- Io so dipingere
- Io so scrivere bene
- Io sono veloce a fare i conticini
- Io sono velocissimo nella corsa!
- Tutti insieme siamo una vera forza!
- Lo sapevo che eravate in gamba! Io vado, ho un formicaio da curare...Ciao..e venite a trovarmi qualche volta.
Da quel momento, in classe le cose cambiarono.
I bambini in gruppetti di 4/5 lavorano insieme.
-Come facciamo finire questa storia?
- Io dico che i bambini vanno a trovare la formichina..e..
- Ma non sarebbe meglio…”Le formiche continuarono a vivere in armonia nel formicaio..”
- “…e noi bambini in armonia nella nostra classe!”
- Avete ragione, questo finale è più bello di quello che dicevo io!

Dopo aver scritto la storia, abbiamo dovuto sceneggiarla e scegliere gli attori…E’ stato un lavoro un po’ lungo, ma finalmente abbiamo recitato e Ilaria ha confezionato il nostro video che potete vedere sul nostro giornalino On Line.
Classe 2^


torna su