[ Salta il menu e vai direttamente ai contenuti ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti contenuti:
Menu di collegamento ad aree del sito;
Menu con gli articoli del giornalino;
Contenuto principale: l'articolo;
Contatti

La LIRA
la moneta dell'Italia Unita

BAIOCCO, CARANTANO, CARLINO,
DOPPIA, DUCATO,FIORINO,
FRANCESCHINO E FRANCESCONE,
MARENG0, ONZA, PAOL0, PAPETTO,
PIASTRA, QUATTRINO, SCUDO,
SVANZICA,TALLERO, TESTONE
e per finire ZECCHINO

Queste che vi abbiamo sono solo alcune delle monete che circolavano nella penisola italiana alcuni secoli fa. A quei tempi l'Italia era divisa in tanti staterelli e ognuno, grande o piccolo che fosse, batteva una propria moneta.

Erano monete d'oro, d'argento o di rame che portavano impresse i simboli delle città o l'effige di principi, re , papi, duchi .......
Viaggiare e commerciare a quei tempi non era semplice: bisogna conoscere le monete di ogni zona e informarsi sul valore di cambio di ogni moneta rispetto le altre.

Con l'Unità d'Italia si pensò di mettere ordine a questa grande confusione monetaria.
lira italiana del 1862Il 24 agosto 1862 Vittorio Emanuele II firmò la legge che unificava il sistema monetario: nacque così la lira italiana che piano piano entrò nei borsellini e nei cuori di tutti gli italiani.

Per diverse generazioni gli italiani hanno avuto lo stipendio, fatto acquisti, pagato i debiti, risparmiato piccole e grandi fortune in lire.

 

Dal 1 gennaio 2002 la lira è stata definitivamente sostituita dall'euro, ma anche se ormai in pensione la lira resta sicuramente un simbolo dell'Italia Unita.


Banconota da due lire della Banca Nazionale dcel Regno d'Italia del 1866

Ecco alcune vecchie e preziose lire che ha portato a scuola il nostro compagno Stefano B<

Classe terza

clicca sullo smile per tornare ad inizio pagina
torna su

 giornalino@icsbellano.org