Logo Istituto: collegamento alla home
Dove ti trovi: Home - Didattica: Indice Progetti - Scheda progetto    
Area:Intercultura, prevenzione del disagio, potenziamento e valutazione

 

  “Alfabeta: alfabetizzazione e integrazione alunni stranieri intercultura e multiculturalità”
   
Responsabile
del progetto
Isabella Piazza
   
FinalitÓ Integrazione degli alunni stranieri, anche attraverso l’alfabetizzazione.
Educazione alla solidarietà, alla pluralità e alla convivenza democratica,promuovendo attività dentro le quali ogni alunno può conoscere l'altro e le altre culture ( ambito educazione alla cittadinanza e costituzione ).
   
Obiettivi
  1. Offrire un sostegno linguistico agli alunni stranieri, affinché essi possano:
    • imparare a leggere e scrivere in italiano L2
    • imparare a usare l’italiano L2 in contesti socialmente utili
    • imparare a usare l’italiano L2 per studiare
  2. Favorire l’accoglienza, l’inserimento e la socializzazione degli alunni stranieri all’interno della classe e della scuola, anche attraverso:
    • la conoscenza e la valorizzazione della loro cultura di provenienza trasmessa ai compagni attraverso lavori e percorsi all’interno del programma della classe e/o nel curricolo, di istituto;
    • il riconoscimento delle diversità come risorsa e valore fondamentale per una convivenza sociale integrata e interagente, consapevoli che ogni lingua è veicolo non solo di informazioni, ma anche e soprattutto di cultura e usi propri di un popolo;
    • la proposta di percorsi interculturali e multiculturali con una utile condivisione del materiale e delle necessarie informazioni.
  3. l’allestimento per questo anno scolastico di un laboratorio per l’apprendimento della L2 nel plesso di Lierna;.
  4. la collaborazione con altri docenti per l‘attivazione di momenti di italiano L2 sia per il linguaggio quotidiano ( prima alfabetizzazione) sia per gli approfondimenti della lingua, nei suoi aspetti più specifici legati alle diverse discipline ( CLIL )..
  5. l’attivazione di momenti di studio e di approfondimento di tematiche utili allo scopo di costruire un bagaglio di conoscenze comuni idonee ed efficaci , dentro al gruppo di lavoro negli incontri d’area:
    • facilitando il confronto e lo scambio di esperienze anche con altre realtà presenti sul territorio;
  6. Facilitare:
    • liintegrazione dei nuclei familiari stranieri nella realtÓ locale attraverso un percorso di conoscenza della scuola, del territorio, dei servizi e della lingua italiana, fornendo loro tutte le informazioni utili.
    • la comunicazione scuola-famiglie straniere attraverso un accompagnamento lÓ, dove serve per meglio capire il sistema scuola e le sue richieste, anche con la traduzione di avvisi e moduli, ed eventualmente, se servisse, richiedendo la presenza di mediatori.
  7. Continuare l’esperienza del doposcuola : un momento pomeridiano, con cadenza bisettimanale e un sostegno / punto di riferimento estivo, come Ŕ stato fatto negli anni scorsi, anche con l'aiuto di insegnanti volontari.

    • Vagliare la possibilità di creare una convenzione col comune e allargare l’offerta educativa anche a bambini italiani in difficoltà.
   
Destinatari Alunni stranieri e classi in cui sono inseriti.
Docenti dell’istituto.
Famiglie degli alunni stranieri.
   
Metodologie Il coordinamento del progetto è affidato alla Funzione Strumentale incaricata, che si occuperà anche della raccolta di materiale, della sua organizzazione e della consulenza per i docenti, che si dichiareranno disponibili. La programmazione delle attività verrà comunicata dentro un gruppo di lavoro/commissione in cui, possibilmente, saranno rappresentati i vari plessi. Gli interventi di alfabetizzazione o di consolidamento saranno rivolti a singoli alunni o a piccoli gruppi, secondo le necessità e verranno concordati il prima possibile con la funzione obiettivo e il preside. .
Le famiglie straniere potranno sempre rivolgersi all'insegnante referente per chiarimenti o suggerimenti, a disposizione su appuntamento, a questo proposito lo sportello genitori stranieri si ritiene superato in un’ottica di ottimizzazione del servizio di comunicazione scuola-famiglia.
   
Verifiche e
valutazioni
La verifica del progetto sarà effettuata utilizzando i seguenti strumenti:
  • osservazioni sistematiche
  • prove d’ingresso/ prove in itinere e eventualmente finali, per controllare sistematicamente il percorso di apprendimento della L2;
  • riunioni periodiche della commissione negli incontri d’area e in altri momenti utili;
  • aggiornamenti periodici della referente coi docenti di classe coinvolti e/o facilitatori, esterni o interni.
La valutazione complessiva terrà conto dei risultati rilevati attraverso l’analisi di tutti i punti considerati.
   
Rapporti con
altre Istituzioni
Associazione Les Cultures di Lecco con finanziamento della comunità Montana: mediazione e facilitazione.
Caritas di Mandello presso cui si svolgono corsi e percorsi di italiano L2 per adulti stranieri ( e in accordo con le scuole del territorio ) adolescenti stranieri che frequentano le scuole secondarie della zona del lago.
Altre scuole ed istituti del territorio che si muovono in sintonia con il progetto, per creare rete e passaggio di informazioni e competenze.
Enti locali del territorio, per gli educatori che operano sui minori nel tempo dopo scuola.
Volontari ( ex insegnanti e facilitatori) che operano in concertazioni con la referente e in concertazione con il consiglio di classe ( secondaria ) o interclasse ( primaria).
   
Tempi da settembre 2011 a agosto 2012
   

torna su

Istituto Comprensivo Bellano
ultimo aggiornamento 07.10.2011